Via di Sant’Ambrogio, 30 – Municipio I

CAMILLA PAVONCELLO
Nata 1925
Arrestata 16.10.1943
Deportata AUSCHWITZ
Assasinata 23.10.1943

CLELIA PAVONCELLO
Nata 1927
Arrestata 16.10.1943
Deportata AUSCHWITZ
Assasinata 23.10.1943

LETIZIA TERRACINA
Arrestata 16.10.1943
Deportata AUSCHWITZ
Assasinata 23.10.1943

Ricordo di Camilla Pavoncello, Clelia Pavoncello, Letizia Terracina

Mia nonna Letizia Terracina viveva a via S. Ambrogio 30 con il marito Angelo Pavoncello e i loro 3 figli: Clelia, Camilla e Vittorio (mio padre, allora dodicenne).
La mattina di sabato 16 ottobre 43, il marito Angelo non era in casa, in quanto pensando che i soldati tedeschi cercassero gli uomini ebrei, lui si era nascosto altrove. Ad un certo punto sentendo da qualcuno dei vicini che le SS stavano già rastrellando le case lei decide di avventurarsi con i tre figli a casa della suocera che era nella vicina via degli Specchi ma, a metà del tragitto, in via Arenula trovarono un camion di soldati che spinse le due ragazze a salire ed anche la signora Letizia che teneva per mano il figlio Vittorio.
Lei invitò il ragazzino a scappare via, per metterlo in salvo, e così lui fece, anche se inizialmente rincorso da un SS che poi vide alzare le spalle e tornare indietro. Vittorio raggiunge casa della nonna paterna dove altri familiari si trovarono. La sera si ricongiunse con il papà Angelo e cercarono altri nascondigli insieme (dopo un rifiuto di nasconderli al Vaticano, trovarono rifugio presso un loro amico sig. Uberti e così via) e si salvarono.
Nei giorno seguenti seppero della terribile sorte delle tre donne della loro famiglia. Una signora conoscente della famiglia, Letizia Di Porto (ancora in vita), vide la triste e straziante scena del momento in cui fecero salire le donne sul camion ed invece un sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz/Birkenau testimoniò di averle viste entrare nelle camere a gas pochi giorni dopo il loro arrivo a destinazione e questo fu anche confermato ad Angelo Pavoncello e Vittorio dalla Croce Rossa Italiana, che mandò 3 certificati.

Claudia Pavoncello

Posizione su Mappa